Certe bufale non passano mai di moda, specialmente se hanno a che fare con WhatsApp che, essendo l’app di messaggistica istantanea più usata al mondo, è un tema di interesse praticamente su tutti. Se poi la bufala gira su WhatsApp e parla anche di WhatsApp, allora potete stare sicuri che la notizia falsa girerà tra milioni di profili.

E anche che tornerà, ciclicamente, come quella che è tornata negli ultimi giorni: la mitica bufala del virus nelle immagini del buongiorno e della buona notte. Si tratta di una fake news che gira da tempo immemore, che è stata smentita migliaia e migliaia di volte ma… ma siamo ancora qui a parlarne perché sta girando nuovamente e migliaia di utenti italiani di WhatsApp la stanno nuovamente condividendo tra amici e parenti. Soprattutto inviandola ai fan delle frasi del buongiorno su WhatsApp (o della buona notte). Ecco, per l’ennesima volte, come è fatta questa bufala e perché non ci dobbiamo preoccupare.

Bufala del messaggio del buongiorno: come è fatta

Questa bufala sfrutta il fatto che milioni di persone in tutto il mondo Italia compresa, amano inviare ogni giorni messaggi WhatsApp con foto o immagini per augurare il buongiorno e/o la buona notte ai propri cari. Pratica che non tutti apprezzano, ma che è comunque assolutamente legittima e sicura.

Il messaggio attorno al quale ruota questa bufala, però, ci dice che “Da domani niente immagini buongiorno e buonanotte: contengono un virus“. L’idea sarebbe che nell’immagine allegata al messaggio ci sarebbe un virus e, quindi, chi riceve il messaggio si becca il malware.

Niente di più falso: sebbene sia tecnicamente possibile far circolare un virus informatico tramite una immagine (di solito in formato Gif o Jpg), né alla Polizia Postale, né a nessuna delle principali società di cybersicurezza risulta alcun malware in circolazione nei messaggi WhatsApp del buon giorno e della buona notte.

WhatsApp: di cosa aver paura veramente

Se proprio avete paura di un virus o di un altro pericolo informatico legato a WhatsApp e non vedete l’ora di dirlo a tutti su WhatsApp, però, un allarme serio da lanciare c’è e vi spieghiamo anche qual è: negli ultimi giorni le società di cybesecurity hanno rilevato una nuova campagna di phishing a tema WhatsApp.

Si tratta di una truffa vecchia almeno quanto la bufala del messaggio, ma i rischi sono reali. I cybercriminali stanno nuovamente inviando migliaia di email in cui si dice che il profilo WhatsApp dell’utente è in scadenza e bisogna pagare per rinnovarlo: è ovviamente falso e il vero obbiettivo della truffa è convincere l’utente a inserire i dati della propria carta di credito per svuotargli il conto in banca. Fate girare.





:https://tecnologia.libero.it

Articolo Originale_Fonte


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »