Una Folle Passione su Canale 5, Jennifer Lawrence

Read Time:5 Minute, 21 Second


Cast e personaggi

Jennifer Lawrence: Serena Pemberton
Bradley Cooper: George Pemberton
Rhys Ifans: Galloway
Toby Jones: sceriffo McDowell
David Dencik: Buchanan
Sean Harris: Campbell
Ana Ularu: Rachel
Sam Reid: Vaughn
Blake Ritson: Lowenstein
Ned Dennehy: Ledbetter
Charity Wakefield: Agatha
Conleth Hill: dottor Chaney

Doppiatori italiani

Alessia Amendola: Serena Pemberton
Christian Iansante: George Pemberton
Massimo Lodolo: Galloway
Luca Dal Fabbro: sceriffo McDowell
Roberto Pedicini: Buchanan
Francesco De Francesco: Campbell
Benedetta Degli Innocenti: Rachel
Massimo Triggiani: Vaughn
Andrea Moretti: Lowenstein
Gianluca Salombrino: Ledbetter
Laura Romano: Agatha
Gianluca Machelli: dottor Chaney

La trama

Montagne del North Carolina, fine anni ‘20: George e Serena Pemberton, bellissimi e innamoratissimi sposini, cominciano a costruire il loro impero di legname. Serena è assolutamente alla pari di qualsiasi uomo: supervisiona altri taglialegna, dà la caccia ai serpenti a sonagli, riesce persino a salvare la vita a un uomo. Con il potere e l’influenza che gli derivano da tali capacità, i Pemberton non permettono a nessuno di ostacolare le proprie ambizioni e il proprio folle amore. Fino al giorno in cui Serena scopre il passato nascosto di George e si trova a fare i conti con un inevitabile destino: è allora che il felice
matrimonio tra i due comincia a disfarsi andando incontro a un drammatico epilogo.

Note di regia – La genesi del progetto

L’interesse del produttore Nick Wechsler per la storia raccontata da “Una folle passione” risale alla lettura del manoscritto dell’omonimo romanzo (“Serena”, edito in Italia da Salani con il nome “Una folle passione”), circa un anno prima della pubblicazione: “Me ne sono innamorato subito. L’ho opzionato immediatamente e ho cominciato le prime trattative con 2929, uno dei finanziatori del film, incassando presto un parere positivo allo sviluppo congiunto del progetto.” Per dare vita al progetto, comunque, Wechsler aveva bisogno di uno sceneggiatore in grado di adattare il romanzo di Ron Rash per lo schermo. A questo proposito, Wechsler racconta: “Abbiamo valutato diversi sceneggiatori e alla fine abbiamo scelto Chris Kyle – da subito abbiamo avuto l’impressione che avesse capito a fondo la storia. E in più, ci piaceva molto la sua proposta di adattamento per lo schermo. La fase di sviluppo del progetto è stata un’esperienza interessante, dalla quale è scaturita una sceneggiatura davvero molto bella.” Quando il produttore Ben Cosgrove ha cominciato a lavorare per 2929, c’erano già diversi progetti in fase di sviluppo: “Ricordo alla perfezione che la sceneggiatura di “Una folle passione” mi ha fatto da subito un’ottima impressione. Mi aveva colpito molto la storia. Questo è uno di quei progetti per cui vale la pena di impegnarsi a fondo”.
Anche lo sceneggiatore, Christopher Kyle, è rimasto molto colpito dalla storia, fin dalla lettura del romanzo di Rash: “Il libro, me l’aveva procurato il mio agente. L’avevo letto un mesetto prima della pubblicazione e mi era piaciuto molto. Addirittura, lo richiamai senza neanche averlo ancora finito! Il testo contiene molte eco e reminiscenze di tragedie come “Medea” e “Macbeth” ma, al tempo stesso, è intriso del linguaggio usato dai montanari. In breve, uno di quei libri che, non appena li leggi, sai che non li abbandonerai mai.” Con una prima bozza di sceneggiatura già disponibile, i produttori si sono mossi per individuare un regista che fosse in grado di dare una forma particolare all’intensa struttura narrativa del film. Da
grande fan di Susanne Bier, Nick Wechsler ha subito pensato a lei: “Uno dei motivi che mi hanno spinto a pensare che Susanne potesse essere la regista ideale per questo film è il suo grande intuito per la rappresentazione dei rapporti e delle relazioni umane, l’accuratezza nel cogliere l’intimità, la sincerità delle emozioni e la passione.” La Bier, dal suo canto, spiega: “Quando ho letto lo script per la prima volta, mi hanno colpito molto due aspetti in particolare: il campo di disboscamento, con tutti questi alberi imponenti e maestosi, e la presenza di una donna in un mondo prettamente maschile, dimensione affascinante nella quale anche io sono riuscita a identificarmi. Prendi un qualunque set. Troverai il 10% di donne e il 90% di uomini. In qualche modo, Serena vive in un mondo simile al mio e viceversa. Questo è un aspetto molto interessante. Mi piace poter raccontare una storia che trasmette un messaggio al pubblico contemporaneo.”

Curiosità

  • Jennifer Lawrence ha consigliato Bradley Cooper per il progetto. Avevano lavorato insieme in precedenza a Il lato positivo – Silver Linings Playbook (2012), e sono andati così d’accordo che hanno parlato spesso di lavorare di nuovo insieme in futuro. Quando Lawrence ha letto la sceneggiatura di questo film, ha inviato una copia a Cooper e ha chiesto se l’avrebbe fatto con lei.
  • Secondo la regista Susanne Bier, la post-produzione del film è stata complicata dalla necessità del doppiaggio dei dialoghi, a causa del rumore degli aerei durante le riprese a Praga. Jennifer Lawrence non è stata in grado di presentarsi per le sessioni di doppiaggio. I produttori di questo film hanno cercato di comprare Lawrence dalle riprese di Hunger Games: La ragazza di fuoco (2013) per un giorno, ma si è rivelato più costoso del budget di questo film.
  • Il progetto è stato annunciato per la prima volta come diretto da Darren Aronofsky e interpretato da Angelina Jolie. Hanno entrambi abbandonato e sono stati sostituiti da Susanne Bier e Jennifer Lawrence.
  • Terzo progetto con Bradley Cooper e Jennifer Lawrence; questa è la seconda volta che interpretano una coppia.
  • La sceneggiatura di questo film è stata inserita nella Blacklist del 2010; un elenco delle sceneggiature in cerca di un produttore “più apprezzate” dell’anno.
  • Il film è stato scritto da Christopher Kyle, che condivide lo stesso nome del cecchino militare americano Chris Kyle interpretato da Bradley Cooper in American Sniper (2014).
  • A parte Cooper e Lawrence, la maggior parte del cast del film non è americano. Le loro nazionalità includono inglese, irlandese, gallese, scozzese, polacco, rumeno, olandese, danese, ceco e svedese. La Repubblica Ceca ha sostituito Carolina nelle riprese.
  • Le musiche originali del film sono del compositore svedese Johan Söderqvist (Non desiderare la donna d’altri, The Limehouse Golem – Mistero sul Tamigi, The Quake – Il terremoto del secolo, Viaggio ai confini della terra).
  • La colonna sonora include i brani “I Can’t Give You Anything But Love” di Billie Holiday e “There Ain’t No Sweet Man That’s Worth the Salt of My Tears” di Paul Whiteman & His Orchestra.

[Per guardare il video clicca sull’immagine in alto]



https://www.cineblog.it/

Articolo Originale-Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »