Ecco come l’FBI ha hackerato lo smartphone dell’attentatore di Trump in appena 40 minuti

Ecco come l’FBI ha hackerato lo smartphone dell’attentatore di Trump in appena 40 minuti

In seguito al tentato assassinio dell’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump, diverse agenzie statunitensi stanno indagando sulle motivazioni dietro le azioni di Thomas Matthew Crooks. Una chiave importante è il suo smartphone, poiché può ospitare conversazioni private, appunti e altri dati che potrebbero aiutare le forze dell’ordine a comprendere Leggi tutto…