Emanuele Cisotti

Recensione Fitbit Charge 4

Fitbit è ormai da molti anni azienda leader per quanto riguarda la realizzazione di dispositivi e sistemi smart per la salute. La linea Charge è una delle più famose. Parliamo del fitness tracker che si era aggiornato l’ultima volta circa un anno e mezzo fa e che ora torna in una versione molto interessante: Charge 4.

LEGGI ANCHE: Migliori smartband

Confezione

All’interno della confezione troverete il prodotto con il cinturino di vostra scelta. Nella versione special edition da noi provata è incluso, oltre al cinturino in silicone, anche un cinturino in tessuto, molto elegante e comodo. Ovviamente è incluso anche l’alimentatore proprietario a pinza con cavo annesso.

Costruzione e Vestibilità

Dal punto di vista di design e qualità costruttiva non è cambiato sostanzialmente nulla rispetto al passato. Questo è un grande vantaggio perché potrete sostituire il bracciale di questo prodotto scegliendo anche fra tutti quelli compatibili con Charge 3. Al polso è comodo e sopratutto estremamente leggero: facile dimenticarsi di starlo indossando. Rimane poi l’impermeabilità secondo lo standard IP68.

Hardware

Come sempre non si conoscono tutte le specifiche tecniche di questi prodotti così semplici, ma c’è comunque qualcosa di molto interessante da raccontare qui. Charge 4 infatti porta con sé in dote anche il chip GPS. Questo vi permetterà di andare a fare attività sportiva all’esterno e tracciare il movimento, senza dover portarsi appresso anche uno smartphone. La precisione del GPS è poi stata sempre molto buona nei nostri test. Come anche molto preciso anche il sensore di battito cardiaco. Conviene sempre stringere un po’ di più il bracciale durante l’attività fisica se si vogliono rilevamenti più precisi. Per il resto abbiamo il Bluetooth per la connessione allo smartphone (che è sembrata eccellente e per la prima volta in un test di un Fitbit non è stata mai persa durante varie settimane), ma non il Wi-Fi (servirebbe?).

Display

Il display è indubbiamente l’unico comparto di questo bracciale per il fitness che non ha subito alcun aggiornamento. È ancora un buon schermo touch in bianco e nero, ma non ci sono particolari novità, neanche per la luminosità, che è buona ma che con l’avvento di vari schermi AMOLED a colori, nel 2020 può risultare inferiore ad altri prodotti. Correre all’aperto a con il sole diretto a volte può voler dire inclinare il braccio nel tentativo di riuscire a leggere correttamente il display.

Software

Fitbit Charge 4 ha ricevuto un importante aggiornamento in termini di software, con un alcune nuove voci e funzionalità. Dallo smartphone è possibile modificare il quadrante principale, che è quello che vedrete ogni volta che ruoterete il polso per risvegliare il display. Da qui potrete scorrere verso il basso per leggere le ultime notifiche. Per ciascuna app selezionata per mostrare le notifiche potrete anche decidere di impostare diversi messaggi preimpostati, che potrete selezionare direttamente dal polso. Scorrendo invece verso l’alto avrete a disposizione il menù del riepilogo giornaliero, dove viene ora mostrato anche il punteggio del sonno e sopratutto il nuovo punteggio di attività. È un nuovo indicatore che Fitbit ha voluto far diventare centrale al posto del conteggio dei passi (che ovviamente è comunque presente). Si tratta di 30 minuti di attività, che vengono conteggiati doppi nel caso siano in fase cardio o picco. Tutte le fasi cardiache ora vengono poi notificate con una vibrazione e un messaggio durante l’esercizio fisico stesso. In più con l’aggiunta del GPS al termine dell’attività fisica (se avete scelto uno dei 7 sport all’aperto) avrete anche una traccia colorata che indica le fasi di intensità durante l’esercizio. Per il resto i dati raccolti sono sempre molto interessanti e ricchi, come il grafico del battito cardiaco, l’energia bruciata, i tempi intermedi e il ritmo medio.

Nel menù delle app del bracciale abbiamo poi anche una nuova app per controllare Spotify (in riproduzione comunque su altri dispositivi), il calendario, gli esercizi di respirazione, i timer, il meteo e le sveglie, che con un aggiornamento in arrivo a breve avranno anche la funzionalità si veglia smart che vi sveglia nei minuti precedenti alla sveglia se rileva che il vostro sonno è più leggero. Tenendo premuto il tasto laterale touch, l’unico presente, avrete poi la possibilità di attivare la modalità non disturbare o quella notturna. Quest’ultima è molto comoda e si può attivare manualmente o orari programmati, ma non automaticamente quando rileva il sonno.

Nell’app abbiamo poi le funzioni per tracciare quello che mangiamo, quello che beviamo, il peso e il ciclo mestruale, oltre che utilizzare le funzioni premium dell’app Coach e aggiungere amici con cui confrontare i propri dati.

Autonomia

Fitbit Charge 4 ha un’autonomia che oscilla fra i 6 e i 7 giorni, tenendo il bracciale sempre attivo anche di notte e tracciando continuamente battito cardiaco e sonno. Attivare un’attività sportiva farà leggermente abbassare questo valore. Lo farà in modo un po’ più rapido se sono attività sportive che richiedono l’uso del GPS, quindi all’aperto. In questa modalità il bracciale ha un’autonomia di circa 5 ore. Con un paio di ore di attività fisica all’aperto potrete quindi arrivare ad avere fra i 4 e i 5 giorni con una singola carica. Non male.

Prezzo

Fitbit Charge 4 ha un prezzo di lancio di 149€, che diventano 169€ per la versione Special Edition con il secondo bracciale in tessuto. Il prezzo rimane invariato rispetto al passato. Ancora una volta questo prodotto si pone con un prodotto di fascia alta e senza intenzione di fare concorrenza alla fascia più bassa di questo mercato. Questo Charge 4 è già disponibile anche su Amazon dove viene applicato un piccolo sconto. Controllate il box a seguire per eventuali abbassamenti ulteriori di prezzo.

Foto

Giudizio Finale


Fitbit Charge 4

Fitbit Charge 4

Fitbit Charge 4 si fa pagare più della concorrenza ma l’esperienza complessiva è indubbiamente di livello superiore rispetto alla concorrenza anche grazie ad una piattaforma che cresce giorno per giorno e che punta tutto sul benessere dell’utente. L’aggiunta del GPS e il nuovo software sono novità molto più che gradite. Peccato per il display, che è comunque più che sufficiente, ma lo stesso di Charge 3.


di Emanuele Cisotti

Pro

  • GPS presente
  • Ottimo software
  • Buona precisione
  • Leggero e comodo
Contro

  • Per riavviarlo va connesso al cavo
  • Di notte non disattiva in automatico lo schermo
  • Prezzo di lancio più alto di altri concorrenti
  • Schermo solo in bianco e nero




Source link


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate site »