Vincenzo Ronca

Sappiamo bene come la gamma Galaxy A venga usata da Samsung come terreno di prova per le sue soluzioni sperimentali nel settore degli smartphone, e stando a un recente brevetto trapelato in rete, sembra che voglia continuare a farlo.

L’ultimo brevetto depositato da Samsung presso il World Intellectual Property Office (WIPO) è molto recente e mostra uno smartphone che presenta la particolarità maggiore nella tipologia della fotocamera: come vedete dalle illustrazioni allegate al documento (le trovate nella galleria in basso), il dispositivo presenta una fotocamera posteriore dotata di più sensori e in grado di ruotare di 180°. Inoltre, la stessa fotocamera è in grado di alzarsi, come le fotocamere pop-up che abbiamo già visto nel mercato smartphone.

LEGGI ANCHE: Samsung Galaxy S21, la recensione

Questa fotocamera rotante pop-up sarebbe dunque in grado di proporre tre sensori per gli scatti con il comparto posteriore e un sensore per gli scatti frontali. I restanti due sensori infatti rimarrebbero disattivati una volta che la fotocamera ha ruotato e ha traslato verso l’alto per assumere la configurazione di fotocamera frontale. Nella galleria in basso trovate anche dei render realizzati da Jermaine Smit basati sul brevetto appena trapelato in rete.

Trattandosi di una fotocamera pop-up rimane l’incognita della durata nel tempo: nel brevetto non vengono menzionati degli accorgimenti tecnologici particolari per ovviare a tale potenziale problematica. Secondo l’interpretazione di LetsGoDigital, se Samsung dovesse optare una fotocamera simile a quella brevettata allora la lancerebbe sulla gamma Galaxy A e non sui suoi top di gamma, sebbene tale soluzione potrebbe essere interessante sugli smartphone pieghevoli.

Il brevetto depositato da Samsung tuttavia non assicura che il produttore sudcoreano procederà alla realizzazione di tale idea. Torneremo ad aggiornarvi se dovessero emergere ulteriori novità a riguardo.

Fonte: LetsGoDigital





https://www.androidworld.it/

Articolo Originale-Fonte


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »