Visto il boom delle videochiamate di gruppo, dovuto al coronavirus, al lockdown e allo smartworking, anche Google sta continuando a offrire sempre più funzionalità avanzate al suo servizio di videochat. Cioè Google Duo, che in appena due mesi è passato prima da un limite massimo di 8 utenti per videochiamata a 12, e ora a 32.

E’ infatti proprio pari a 32 il numero massimo di utenti che potranno partecipare alla stessa videochiamata su Duo, non appena Google aggiornerà la sua app. Aggiornamento già annunciato e che, verosimilmente, arriverà per tutti entro la fine del mese. Precedentemente Google aveva aggiunto un’altra funzionalità a Duo: la possibilità di fare videochiamate anche dal client per computer, desktop o laptop. A breve, quindi, Google Duo sarà un servizio abbastanza evoluto da far concorrenza a Zoom e Skype. In prospettiva, ma limitatamente alle videochiamate, persino a Microsoft Teams. E, allo stesso tempo, si fa sempre più labile il confine tra i servizi di videochiamata/videoconferenza business e quelli dedicati ai normali utenti domestici.

Google Duo, nuovo limite: videochiamate fino a 32 persone

La notizia dell’ampliamento a 32 partecipanti per le videochiamate su Duo l’ha data la stessa Google, confermando l’indiscrezione ad Android Police. Il precedente incremento da 8 a 12 partecipanti, invece, risale a fine marzo. Google ha anche iniziato a inviare messaggi email nei quali spiega perché scegliere Duo per le videochiamate: crittografia end-to-end per la sicurezza, possibilità di fare e condividere screenshot delle videochiamate, possibilità di aggiungere effetti di realtà aumentata in tempo reale e il nuovo limite di 32 partecipanti. Google ricorda anche che Duo può essere usato da smartphone, tablet, smart display e da browser Web.

Google Duo Vs Google Meet

Viste le novità già introdotte, o a breve in arrivo, su Duo, c’è da chiedersi quali siano le differenze tra i due servizi di videochiamata made in Google, cioè Duo e Meet. Il primo è il servizio dedicato agli utenti domestici, il secondo è l’erede di Google Hangouts ed è dedicato agli utenti business. Il primo è gratis, e il secondo anche, ma per avere funzioni extra bisogna pagare. Rispetto a Duo, Google Meet permette di collegare più utenti (fino a 250 nello stesso meeting, contro 32), di condividere lo schermo, di registrare le videochiamate ed è integrato con Gmail e Calendar. Ma la vera differenza tra Meet e Duo ce la dice Google stessa nella pagina di presentazione di Meet: “Google Duo non è eccezionale per le riunioni di lavoro, ma è un ottimo modo per rimanere in contatto con amici e familiari“. Meet, invece, nasce proprio per il lavoro.




Fonte Articolo

tecnologia.libero.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate site »