Filippo Morgante

Sono mesi di duro lavoro per gli sviluppatori software Huawei. Sul fronte EMUI 11, il programma di beta testing è giunto al termine in Cina per la maggior parte dei suoi dispositivi idonei, tra cui Huawei P40, Mate 30, MatePad Pro, Nova 6, Mate Xs, e la serie P30. Al contrario, per le versioni globali c’è ancora del lavoro da svolgere, ma Huawei ha in programma di distribuire la nuova EMUI per tutti i dispositivi entro la fine del primo trimestre del 2021.

LEGGI ANCHE: Nuovo aggiornamento per WhatsApp Beta: poche novità, ma un grosso spoiler

A dicembre dello scorso anno, Huawei ha rivelato al pubblico la versione beta per sviluppatori di HarmonyOS 2.0 e contemporaneamente ha iniziato il reclutamento di utenti per la fase di beta testing. Da quel momento l’azienda ha già lanciato un primo aggiornamento per i dispositivi registrati, ma rimane appannaggio dei soli utenti cinesi.

A parte questo, Huawei sta regolarmente rilasciando nuovi aggiornamenti software per molti smartphone e tablet. Questi arrivano con cadenza mensile e trimestrale, portando le più recenti patch di sicurezza. L’azienda ha inoltre rilasciato i dettagli riguardanti le patch di sicurezza di febbraio 2021, che andranno a risolvere le CVE (Common Vulnerabilities and Exposure) annunciate nel bollettino di sicurezza Android per il mese in corso. Verranno corretti diversi problemi all’interno dei telefoni Huawei, compresi 2 CVE di livello critico, 26 di livello alto e 77 di livello medio.

Via: huaweicentral



https://www.androidworld.it/

Articolo Originale-Fonte


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »