Ephemeral protegge la privacy non conservando nulla della navigazione.

Ephemeral browser incognito

Ormai tutti i maggiori browser dispongono di una speciale modalità incognito o privata, utilizzando la quale nessun dato relativo alla navigazione viene salvato sul computer: né le pagine visitate, né i cookie, né altro.

Quando debuttò inizialmente, questa funzione venne soprannominata porn mode per ovvi motivi: consentiva infatti di visitare i siti a luci rosse senza che restassero tracce sul Pc, tenendo così al riparo dagli occhi altrui certe attività.

Nel tempo, la modalità incognito ha acquisito un’ulteriore importanza: essa permette infatti di ridurre al minimo la possibilità di essere tracciati nel web da quanti sfruttano le abitudini di navigazione per proporre pubblicità sempre più mirate. Insomma: il porn mode è diventato un modo per proteggere la propria privacy.

Ephemeral è un browser nato proprio quando il suo creatore, Cassidy James Blaede, ha notato quest’ultima necessità e per semplificare la vita agli utenti: la sua particolarità sta nel fatto che in Ephemeral non è necessario attivare la modalità incognito, poiché essa è sempre attiva.

Sebbene sia stato sviluppato principalmente per elementary OS, Ephemeral è disponibile per ogni altra distribuzione Linux tramite Snap e, in alcuni casi, tramite i repository della distribuzione.

Oltre ad avere una modalità incognito sempre attiva, Ephemeral rifiuta come impostazione predefinita i cookie di terze parti e per ogni finestra del browser avvia un’istanza separata del motore di rendering.

Come motori di ricerca predefiniti, infine, Ephemeral propone DuckDuckGo e Startpage.com, entrambi noti per proteggere la riservatezza dei propri utenti.
Fonte: ZEUS News – https://www.zeusnews.it/n.php?c=27913

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate site »