Settembre 2020

C’è ancora ampio margine per tanti italiani a basso reddito – questa la condizione per ricevere il bonus – che volessero rinnovare il parco TV e trovarsi pronti alla rivoluzione delle trasmissioni televisive in arrivo.
Il Bonus arriva fino a un massimo di 50 euro per famiglia e sarà possibile richiederlo fino a dicembre del 2022.
Fino a questo momento, però, lo Stato ha speso una somma relativamente contenuta – 9,8 milioni di euro – a fronte di oltre 196.000 richieste ricevute. In numero di apparecchi si tratta di 175.508 televisioni e di 21.136 decoder, di cui 18.886 abilitati alla piattaforma terrestre e 2.250 solo satellitari.
Dopo lo stop forzato agli acquisti, durante il lock-down della scorsa primavera, il ritmo di assegnazione dei Bonus è risalito, da maggio in poi, e il Ministero dello Sviluppo Economico conta in un’ulteriore ripresa delle richieste in autunno, per sostenere le quali ha anche previsto un’importante campagna di comunicazione sul “nuovo” digitale che coinvolgerà tutti i media, social network inclusi.
Le prossime tappe dello switch tecnologico, lo ricordiamo, sono settembre 2021, quando i canali tv del digitale terrestre saranno trasmessi solo in alta definizione e poi giugno 2022 quando ci sarà il passaggio definitivo al nuovo formato tecnologico DVB-T2.
Per controllare se possiedi i requisiti e per richiedere il Bonus, clicca qui.

 





https://nuovatvdigitale.mise.gov.it/

Articolo Originale-Fonte


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »